Testata

Padova Urbs Picta

I cicli affrescati del XIV secolo - Patrimonio Mondiale


Un museo diffuso

3.694 metri quadrati di pareti affrescate in 8 luoghi, per mano di 6 artisti lungo 95 anni di Storia in un’unica città: Padova. Sono questi i numeri del sito seriale iscritto alla Lista del Patrimonio Mondiale “I cicli affrescati del XIV secolo di Padova”, che si presenta ai visitatori come un insieme unitario, seppure articolato e complesso, un museo diffuso che accoglie pagine diverse di un unico racconto. Iscritto alla World Heritage List dell’UNESCO il 24 luglio 2021.

I cicli affrescati del XIV secolo di Padova” Patrimonio Mondiale UNESCO illustrano un modo completamente nuovo di rappresentare la narrazione in pittura, con nuove prospettive spaziali influenzate dai progressi della scienza dell’ottica e una nuova capacità di rappresentare le figure umane, in tutte le loro caratteristiche, compresi i sentimenti e le emozioni.

I Cicli affrescati del XIV secolo di Padova propongono un vivido spaccato della società e dell’arte patavina dell’epoca, riuscendo anche ad accompagnare lo sguardo dell’osservatore verso il futuro della cultura italiana e della storia dell’arte.

Gli artisti

Giotto, Guariento, Giusto de' Menabuoi, Altichiero da Zevio, Jacopo Avanzi e Jacopo da Verona - fra il 1302 e il 1397 - hanno rappresentato nei loro cicli affrescati uno spaccato interessante e unico della società coeva. I cicli affrescati padovani Patrimonio Mondiale illustrano infatti l'importante scambio di idee che esisteva tra i protagonisti del mondo della scienza, della letteratura e delle arti visive nel clima preumanista di Padova all'inizio del XIV secolo e testimoniano come tali idee trovassero accoglienza fra le committenze locali, che chiamarono in città artisti da altre località italiane per collaborare alla realizzazione dei vari cicli di affreschi, ispirati ad allegorie scientifiche e astrologiche, oppure ispirati alla storia sacra secondo un programma iconografico dettato da intellettuali e studiosi contemporanei.

Lo stesso gruppo di artisti riuniti a Padova in cerca di innovazione, favorì allo stesso tempo uno scambio di teorie e un know-how che portò a un nuovo stile nell'affresco, che influenzò Padova per tutto il XIV secolo e costituì la base ispiratrice per secoli di lavori di affresco nel Rinascimento italiano, e oltre. Con questa vera e propria rinascita di una tecnica pittorica antica, Padova ha fornito un nuovo modo di vedere e rappresentare il mondo, annunciando l'avvento della prospettiva rinascimentale. Queste innovazioni segnano una nuova era nella storia dell'arte, producendo un irreversibile cambio di direzione.

I luoghi da visitare

1. Cappella degli Scrovegni 2. Chiesa dei Santi Filippo e Giacomo agli Eremitani 3. Palazzo della Ragione 4. Battistero della Cattedrale 5. Cappella della Reggia Carrarese 6. Basilica e Convento del Santo 7. Oratorio di San Giorgio 8. Oratorio di San Michele